Schermata 2015-11-19 alle 22.28.38

Andrea Silvani, lo stilista di “Bemonkey, be happy”

Genova – Imprenditore o creativo? Stilista o manager? Sognatore o realista? Il design cambia prospettiva, distorce, muta tutto ciò che circonda la nostra vita. Difficile imbrigliarlo in una definizione da vocabolario. Cos’è il design? Nella moda, nelle arti grafiche, nell’architettura, nel mondo dell’innovazione industriale, spinge l’uomo a migliorare l’ambiente in cui vive.

Cos’è il design per Andrea Silvani? Chi è il giovane stilista stregato dal mare, che ha scelto Portofino per provare a rivoluzionare il costume da bagno? Con il marchio Bemonkey, Silvani ha disegnato e prodotto in Italia una serie di boardshorts e bikini molto particolari, e ha brevettato i boatshorts, un pantaloncino da bagno ibrido, ideale per la vita in barca, con tasche impermeabili e accessori integrati per gli smartphone. “La vera sfida è quella di creare un prodotto 100% made in Italy”, ci ha raccontato Andrea Silvani. “Produrre in Italia ha costi molto elevati, ma garantisce una qualità inarrivabile rispetto ai marchi più famosi che confezionano in Cina, Vietnam o Turchia”. La qualità dei costumi Bemonkey, in effetti, è tangibile. Resistenti, confezionati ad arte, si adattano al corpo senza farsi sentire, come una seconda pelle. Ma sono le trame e le fantasie disegnate da Silvani a rendere unici questi capi. Mappe nautiche, retaggi pirateschi, texture raffinate sulle quali intervengono (con un’esplosione di colore) dettagli floreali che sembrano tridimensionali. “Abbiamo fatto molte ricerche e siamo giunti alla conclusione che oggi le persone desiderino essere meno omologate, anche in spiaggia,” ha raccontato il designer genovese. “Siamo circondati da prodotti tutti più o meno uguali: chi indossa un costume Bemonkey non passa certo inosservato”.

Oggi uno stilista emergente deve essere anche un po’ imprenditore. “E’ senz’altro vero,” ha confermato Andrea Silvani. “Oggi per imporsi si è costretti ad essere anche un po’ manager, un po’ marketer, un po’ commercialista… Lo stilista deve prendersi cura della propria idea a 360 gradi, ma deve riuscire a farlo senza abbandonare mai la visione creativa”.

L’estate è servita al team di Bemonkey per fare i primi test sul mercato italiano e americano. I capi “made in Portofino” hanno raccolto consensi a tutto tondo e sono stati indossati anche da parecchi protagonisti del mondo dello sport e dello spettacolo. Come, ad esempio, il surfer texano Parker Payne, i calciatori Maurizio Ganz e Mattia Perin, molti DJ e conduttori di Radio 105 (come Paolino, Martin Klein, Alan Caligiuri e Pippo Palmieri), la talentuosa attrice Lavinia Guglielman, il ballerino Gianni Sperti, le showgirl Karina Cascella e Giulia Calcaterra, la deejay Stephanie e molti altri.

In un momento difficile per l’economia globale, giovani talenti come Andrea Silvani stanno riuscendo nell’ardua impresa di emergere, farsi apprezzare, riconoscere e desiderare. In Italia e nel mondo. La storia di Bemonkey e del suo timoniere è una di quelle che ci piace raccontare, perché spiega come si possano realizzare i propri sogni grazie a tanto impegno, ricerca, lavoro, dedizione, perseveranza, una tonnellata di incoscienza e un bel po’ di fortuna.

BEMONKEY
www.bemonkeyofficial.com