Ribaltare una situazione difficile. La prima volta di Alexa

Andreea Alexandra Popa – in arte Alexa – non è una modella di professione. Quasi per gioco ha mandato una email, partecipando al casting organizzato dalla testata giornalistica Piacenza Night e si è ritrovata in copertina. Il giorno del casting è arrivata sul set senza nemmeno un cambio d’abito. Non aveva capito che le foto sarebbero state realizzata contestualmente al colloquio, ma non si è persa d’animo. “Sapete quando si dice che meno le programmi le cose, meglio escono? Ecco per me è andata proprio così,” ci ha raccontato. “Avevo letto le e-mail dell’agenzia all’ultimo momento, non avevo capito che il servizio sarebbe stato fatto il giorno stesso e non avevo nemmeno un cambio d’abito. Mi sono arrangiata con gli abiti del giorno e con un vestito che avevo in auto. Per fortuna non mi mancavano i trucchi in borsa”. Con una buona dose di determinazione, Andreea Alexandra ha rotto il ghiaccio. “Devo dire che non sarebbe potuta andare meglio. Per me è stata una doppia soddisfazione”.
“Alexa mi è piaciuta subito,” ha confessato Nicola Bellotti, che ha lavorato con lei sul set fotografico. “Mi ha colpito la sua auto-ironia e l’intelligenza con cui ha saputo ribaltare una situazione che avrebbe messo in crisi molte altre ragazze. Abbiamo scelto insieme come abbinare i suoi outfit casual alle ambientazioni e il risultato ha rafforzato le mie convinzioni”.
“Sono stata fortunata a lavorare con questo team,” ha aggiunto la modella. “Sul set Bellotti è molto serio, ed è risultato facile lavorare insieme, seguire i suoi consigli su come gestire sguardi e pose mentre scattava”.
L’imbarazzo è la sensazione con cui devono combattere tutte le modelle nei primi minuti di un servizio fotografico, specialmente davanti ad un nuovo fotografo. “Dopo una decina di minuti mi sono sciolta: mi sentivo talmente a mio aggio che avrei continuato per tutta la giornata a posare. Finito il lavoro, tornando verso casa, sentivo ancora scorrere l’adrenalina e crescere l’autostima. Nella testa avevo un turbinio di pensieri e la speranza che le foto fossero venute bene. Ecco, vorrei riprovare tutte queste sensazioni insieme… dall’imbarazzo alla curiosità, l’adrenalina, tutto”.

Approfondisci

linda-barani

Linda Barani, modella, attrice, doppiatrice. Il potere terapeutico della fotografia

Si arriva al successo percorrendo strade molto differenti, magari scoprendo lungo il cammino mete e obiettivi più importanti di quelli per i quali era iniziato il viaggio. Quando si è molto giovani puntare al mondo dello spettacolo, alle passerelle della moda, alla televisione, sembra una scorciatoia verso la vetta. Un’impresa tutto sommato facile, se si parte con in dote un bel faccino e un corpo adatto alla sfida. Eppure, come diceva Gianni Morandi, “uno su mille ce la fa”. Anzi, probabilmente molto meno.
Posare come modella è – per una ragazza – quasi sempre il primo passo. La meta può essere la moda, la pubblicità, ma anche lo spettacolo (quante attrici hanno iniziato la loro carriera come modelle, e persino alcune delle pop star più acclamate). Trovarsi davanti all’obiettivo di un fotografo è una sfida, prima di tutto con sé stessi. “Sono una persona complessa, sempre insoddisfatta, desiderosa di attenzioni,” ci ha raccontato Lina Barani (modella, attrice e doppiatrice). “Ho sempre coltivato il sogno di diventare modella professionista, ma i compromessi a cui bisogna scendere sono sempre troppi, per come sono fatta io”.
Linda ha iniziato il suo viaggio posando per la copertina della testata giornalistica “Piacenza Night”: il magazine, fin dal 1999, dedica la sua prima pagina e un corposo servizio mensile ad una ragazza che per la prima volta si trova davanti all’obiettivo di un fotografo. “Da quella prima volta è sempre un piacere posare con Nicola Bellotti e il suo staff,” ha continuato Linda Barani. “Sono tutte persone che sanno metterti a tuo agio e sono in grado di tirar fuori sempre il meglio di te. Purtroppo questo non capita con tutti i fotografi”. La modella di origini lodigiane, oggi trasferita a Roma, nella capitale europea del cinema, dal suo primo servizio ha fatto molta strada. “Ho lavorato diverse volte per l’agenzia Blacklemon, soprattutto in pubblicità e per progetti legati all’arte. Le locations sono state varie, così come le condizioni climatiche: caldo, freddo, da magnifiche estati a rigidi inverni, a fresche primavere. Abbiamo scattato nei campi, sui fiumi, in granai, in ascensori, su terrazze a contatto col cielo, in studio. Ogni esperienza è stata unica nel suo genere”.
Per Linda Barani, così come per quasi tutte le modelle ad inizio carriera, queste esperienze hanno un effetto terapeutico. Posando per un fotografo la modella acquisisce maggiore sicurezza anche nelle altre occasioni della vita. “Prestarsi al ruolo di modella, così come recitare nel ruolo di attrice, presuppone un pizzico di sano esibizionismo. L’artista sogna di essere idolatrato. Di fatto, già dalla prima esperienza, ogni modella prova l’ebbrezza di essere messa su un piedistallo, anche solo per ragioni tecniche. Questa cosa, nel mio caso, è sempre stata molto terapeutica. Ha influito sull’autostima. Ovviamente dipende anche dalla singola esperienza e da come si pone il fotografo. Tuttavia ritengo che sia assolutamente utile sentirsi belle, mettere almeno per qualche ora in soffitta le proprie paure e avere la possibilità di rafforzare il proprio carattere grazie agli shooting”.

Approfondisci

Schermata 2015-11-19 alle 22.28.38

Andrea Silvani, lo stilista di “Bemonkey, be happy”

Genova – Imprenditore o creativo? Stilista o manager? Sognatore o realista? Il design cambia prospettiva, distorce, muta tutto ciò che circonda la nostra vita. Difficile imbrigliarlo in una definizione da vocabolario. Cos’è il design? Nella moda, nelle arti grafiche, nell’architettura, nel mondo dell’innovazione industriale, spinge l’uomo a migliorare l’ambiente in cui vive.

Cos’è il design per Andrea Silvani? Chi è il giovane stilista stregato dal mare, che ha scelto Portofino per provare a rivoluzionare il costume da bagno? Con il marchio Bemonkey, Silvani ha disegnato e prodotto in Italia una serie di boardshorts e bikini molto particolari, e ha brevettato i boatshorts, un pantaloncino da bagno ibrido, ideale per la vita in barca, con tasche impermeabili e accessori integrati per gli smartphone. “La vera sfida è quella di creare un prodotto 100% made in Italy”, ci ha raccontato Andrea Silvani. “Produrre in Italia ha costi molto elevati, ma garantisce una qualità inarrivabile rispetto ai marchi più famosi che confezionano in Cina, Vietnam o Turchia”. La qualità dei costumi Bemonkey, in effetti, è tangibile. Resistenti, confezionati ad arte, si adattano al corpo senza farsi sentire, come una seconda pelle. Ma sono le trame e le fantasie disegnate da Silvani a rendere unici questi capi. Mappe nautiche, retaggi pirateschi, texture raffinate sulle quali intervengono (con un’esplosione di colore) dettagli floreali che sembrano tridimensionali. “Abbiamo fatto molte ricerche e siamo giunti alla conclusione che oggi le persone desiderino essere meno omologate, anche in spiaggia,” ha raccontato il designer genovese. “Siamo circondati da prodotti tutti più o meno uguali: chi indossa un costume Bemonkey non passa certo inosservato”.

Oggi uno stilista emergente deve essere anche un po’ imprenditore. “E’ senz’altro vero,” ha confermato Andrea Silvani. “Oggi per imporsi si è costretti ad essere anche un po’ manager, un po’ marketer, un po’ commercialista… Lo stilista deve prendersi cura della propria idea a 360 gradi, ma deve riuscire a farlo senza abbandonare mai la visione creativa”.

L’estate è servita al team di Bemonkey per fare i primi test sul mercato italiano e americano. I capi “made in Portofino” hanno raccolto consensi a tutto tondo e sono stati indossati anche da parecchi protagonisti del mondo dello sport e dello spettacolo. Come, ad esempio, il surfer texano Parker Payne, i calciatori Maurizio Ganz e Mattia Perin, molti DJ e conduttori di Radio 105 (come Paolino, Martin Klein, Alan Caligiuri e Pippo Palmieri), la talentuosa attrice Lavinia Guglielman, il ballerino Gianni Sperti, le showgirl Karina Cascella e Giulia Calcaterra, la deejay Stephanie e molti altri.

In un momento difficile per l’economia globale, giovani talenti come Andrea Silvani stanno riuscendo nell’ardua impresa di emergere, farsi apprezzare, riconoscere e desiderare. In Italia e nel mondo. La storia di Bemonkey e del suo timoniere è una di quelle che ci piace raccontare, perché spiega come si possano realizzare i propri sogni grazie a tanto impegno, ricerca, lavoro, dedizione, perseveranza, una tonnellata di incoscienza e un bel po’ di fortuna.

BEMONKEY
www.bemonkeyofficial.com

Approfondisci

Cover Girls

Le prime Cover Girls del web compiono 15 anni

Troneggiano sulla copertina del magazine Piacenza Night da 15 anni e sono sempre sulla cresta dell’onda. Stiamo parlando delle mitiche “Cover Girls“, una vera e propria istituzione sul web. Ragazze della porta accanto, modelle non professioniste che fanno a gara per ottenere la copertina della testata giornalistica Piacenza Night, nata nel 1999, e nota per essere stata una delle prime in assoluto a scegliere la strada del web per parlare ad un pubblico giovane e attento alle nuove forme di comunicazione. Per festeggiare il loro quindicesimo compleanno, le “Cover Girls” di Piacenza Night si presentano con una grafica completamente rinnovata che vi presentiamo in anteprima qui a fianco.
Il gruppo Ponginibbi si conferma “main sponsor” dell’iniziativa, tenendo a battesimo il restyling di una delle rubriche più popolari. Grazie alla collaborazione con l’azienda piacentina (che domina il mercato automobilistico con i marchi Peugeot, Citroën, Subaru, Hyundai e Volvo), nel corso del 2014 saranno presentate molte altre novità, in particolare nei mesi estivi.

Approfondisci

Melaggiusti

Le modelle di MPN partecipano al Melaggiusti Testimonial Casting

Melaggiusti, marchio leader in Italia nella riparazione di iPhone, iPad, smartphones e tablet, lancia una nuova ed entusiasmante campagna per trovare la prossima testimonial che sarà chiamata a rappresentare l’azienda e il suo motto: “HI TECH. GREEN TOUCH” (ovvero alta tecnologia per la salvaguardia dell’ambiente). Il casting si svolgerà interamente su Facebook.

Il MELAGGIUSTI TESTIMONIAL CASTING è un evento finalizzato alla ricerca di una figura femminile che incarni la filosofia dell’azienda, tecnologicamente all’avanguardia ma con un forte spirito ecologista e ambientalista. “Riparare un dispositivo elettronico, infatti, non è solo una scelta economicamente intelligente che fa bene al portafogli”, spiega Fabrizio Capocasale, CEO dell’azienda tutta italiana. “Allungare la vita di un iPhone o di un iPad riduce sensibilmente l’inquinamento elettronico“.

“Ogni anno decine di milioni di dispositivi elettronico vengono gettati”, ci ha spiegato Nicola Bellotti, brand manager di Melaggiusti. “I rifiuti misti vengono spediti nei paesi del terzo mondo dove uomini, donne e bambini si ammalano e muoiono per il contatto prolungato con mercurio, cadmio, bario e altri residui tossici e cancerogeni. Non possiamo accettare che un bambino muoia perché il sistema ci spinge a sostituire un dispositivo rotto, quando riparandolo tornerebbe come nuovo”. Melaggiusti cerca una testimonial in grado di rappresentare questi due mondi. Quello dell’alta tecnologia che è incarnata nei dispositivi che l’azienda ripara e ricondiziona (iPhone, iPad, Samsung Galaxy S III, iPod Touch, ecc.) e quello dell’attenzione all’ambiente in cui viviamo.

Il MELAGGIUSTI TESTIMONIAL CASTING è aperto a tutte le donne dai 16 ai 35 anni, italiane o straniere. Per partecipare basta accedere alla pagina Facebook ufficiale di Melaggiusti (facebook.com/melaggiusti), diventare fan premendo sul pulsante “Mi Piace” della pagina, e inviare una o più foto insieme ad una frase in cui la candidata dichiari il motivo per cui il proprio profilo dovrebbe essere scelto fra tanti. Tutte le foto verranno esaminate da una giuria di assoluta qualità che sceglierà le finaliste che si giocheranno il ruolo di nuova testimonial.

Per tutte le modelle che vogliono partecipare alla selezione, ecco il regolamento del MELAGGIUSTI TESTIMONIAL CASTING.

1. Possono partecipare alla selezione tutte le donne di età compresa tra i 16 e i 35 anni, residenti in Italia o in qualsiasi altro Paese estero.
2. Perché la partecipazione sia valida, ogni candidata deve avere un profilo su Facebook. Con il proprio profilo deve collegarsi alla pagina www.facebook.com/melaggiusti e premere sul pulsante “Mi Piace” (diventando fan della pagina stessa).
3. Dopo avere premuto “Mi Piace”, la candidata deve caricare almeno una sua fotografia sulla pagina www.facebook.com/melaggiusti. Lo scatto deve essere recente (non più vecchio di 3 mesi dalla data della partecipazione al casting). Nella fotografia deve essere ben visibile il viso della candidata. Saranno valutate positivamente le fotografie che, oltre a mettere in luce l’aspetto della candidata, affronteranno il tema “HI-TECH. GREEN TOUCH” che sintetizza la filosofia dell’azienda (ovvero l’uso di tecnologie all’avanguardia e la salvaguardia dell’ambiente).
4. Le candidate possono inoltrare anche più di una foto, entro e non oltre la data di scadenza del casting. Al termine della selezione – che avverrà entro la data del 31 gennaio 2013 salvo proroghe – le candidate le cui foto avranno ricevuto il maggior numero di “like” da parte di altri utenti di Facebook e quelle selezionate dalla giuria accederanno alla finale. Tra le finaliste la giuria selezionerà le 5 candidate che verranno contattate per realizzare un servizio fotografico professionale.
5. La nuova testimonial sarà scelta tra le 5 finaliste dalla giuria, che terrà conto anche delle valutazioni espresse dagli iscritti alla pagina una volta pubblicate le foto professionali realizzate a cura dei selezionatori.
6. Il presente regolamento potrà subire variazioni durante le fasi di selezione, per favorire il corretto svolgimento del casting e un’accurata scelta della testimonial.

Approfondisci

Bruna N'Diaye

Bruna N’Diaye tra le finaliste di Italia’s Next Top Model. Ennesimo successo per Miss Piacenza Night

La bellissima Bruna N’Diaye, modella di origini senegalesi che ha fatto il suo esordio proprio sulla copertina di PiacenzaNight.com in un servizio fotografico di Nicola Bellotti, è davvero inarrestabile. Dopo avere vinto i concorsi Miss Piacenza Night, Miss Muretto e Miss Fiumicino, e dopo essere stata più volte ospite della regina della tv Barbara D’Urso, ha iniziato a lavorare per la Elite Model Management.

Bruna N’Diaye è la protagonista, insieme alle modelle Paola Amati e Linda Barani, dell’ultimo libro fotografico di Nicola Bellotti, edito da Blacklemon per celebrare i primi 10 anni del beauty contest collegato a PiacenzaNight.com. Per questo libro (di cui potete vedere i dettagli cliccando qui) Bruna ha posato in una prestigiosa Spa in Toscana, tra giochi d’acqua, pose sensuali e i suoi primi nudi, davvero mozzafiato.

Ma non è finita qui. Il team di Magnolia ha annunciato che tra le 25 finaliste della 4° edizione del programma “Italian Next Top Model” ci sarà anche lei. Il talent show inizierà venerdì 7 gennaio 2011, in diretta su su Sky Uno.

In bocca al lupo, Bruna!

Approfondisci

Roberta Spartà

Roberta Spartà alla conquista di Hollywood

Tutti ricordano Roberta Spartà, splendida modella vicentina, che nel 2006 ha esordito sulle pagine di PiacenzaNight.com in un servizio fotografico di Nicola Bellotti. Sono trascorsi quattro anni da quando Roberta si è classificata al secondo posto nella sesta edizione del concorso “Miss Piacenza Night”, e il mondo della nostra cover girl si è trasformato.

“Devo ammettere che sono molto fortunata,” ha raccontato alla nostra redazione in una recente chiacchierata, “perché ora sto vivendo il mio sogno. Nel settembre del 2008 mi sono trasferita a Los Angeles, ad Hollywood, perche sono stata accettata all’Accademy Americana di Arte Drammatica (www.aada.org) dove hanno studiato tra tanti nomi noti, tra cui Grace Kelly, Robert Redford ed Adrien Brody”.

“Avevo partecipato all’audizione di Londra, in occasione del tour mondiale dell’Academy (che viene organizzato per incontrare tutti gli aspiranti attori che non hanno la possibilita di andare a fare il provino a Hollywood). Su 3500 candidati, ne vengono accettati solo 90, ed io sono stata l’unica italiana ad essere presa”. Ma la storia di Roberta è solo all’inizio. “Dopo un anno all’Accademia, che e’ anche il conservatorio di recitazione piu antico del mondo, ho trovato una manager interessata a rappresentarmi e dopo mille trafile con l’immigrazione americana, ora ho un permesso di lavoro come attrice e modella fino al 2012”. (altro…)

Approfondisci

Paola Amati

“MPN – Miss Piacenza Night”. Paola Amati racconta il dietro le quinte del nuovo libro di Nicola Bellotti

In occasione dell’uscita del nuovo libro di Nicola Bellotti dal titolo “MPN – Miss Piacenza Night”, pubblicato per celebrare i primi 10 anni della testata giornalistica PiacenzaNight.com e del beauty contest ad essa collegato, abbiamo intervistato le tre protagoniste dell’opera, a cominciare dalla campionessa di pattinaggio artistico su ghiaccio, Paola Amati.

COME E’ STATO VINCERE UN SOGGIORNO NEL BEAUTY CENTER? TI SEI DIVERTITA? SEI SODDISFATTA?
Fantastico, abbiamo trovato un ambiente accogliente e giornate di sole in un posto meraviglioso in mezzo alla natura. Rilassata, divertita e soddisfatta!

COSA NE PENSI DELLE FOTOGRAFIE REALIZZATE?
Adoro la fotografia e la ritengo un’arte e proprio per questo mi sono impegnata seriamente per la realizzazione di questo libro; le fotografie sono state frutto di uno studio accurato di luci, posizioni, postura e precisione. (altro…)

Approfondisci

Bruna N’diaye. Da Miss Piacenza Night a Miss Muretto

Bruna N'diaye ritratta da Nicola Bellotti
Bruna N'diaye ritratta da Nicola Bellotti

Piacenza Night porta fortuna. La redazione del magazine che ogni anno lancia 12 modelle esordienti con una copertina e un servizio in esclusiva sta festeggiando la vittoria della 19enne Bruna N’diaye al noto concorso “Miss Muretto” di Alassio. La bellissima modella di origini senegalesi, dopo avere trionfato nel web contest “Miss Piacenza Night” lo scorso febbraio, ha messo a segno un’altra importante vittoria. “Amo il mondo della moda. La mia massima aspirazione è quella di poter prendere il posto di Naomi Campbell, la regina delle sfilate. E’ naturalmente un sogno, anche se davvero in futuro vorrei fare la modella”, ha raccontato al TGcom.

Anche per il noto concorso di bellezza di Alassio è la prima volta che una modella di colore riesce a raggiungere il gradino più alto del podio. La giuria presieduta da Cristiano Malgioglio non ha però avuto esitazioni. Auguriamo alla nostra Miss Piacenza Night in carica lo stesso successo di Simona Ventura e Maria Teresa Ruta, che prima di lei sono riuscite ad ottenere la fascia di Miss Muretto.

Approfondisci

L’attrice Veronica Tecce parla del suo esordio su Piacenza Night

Veronica Tecce ritratta da Nicola Bellotti
Veronica Tecce ritratta da Nicola Bellotti

Dal 2007 (anno in cui ha esordito sulle pagine di Piacenza Night) ad oggi, la carriera di Veronica Tecce ha letteralmente preso il volo. Dopo avere vinto alcuni concorsi di bellezza, e dopo avere collezionato una serie di apparizioni televisive sulle reti nazionali, Veronica ha partecipato alle riprese dei film “OvoSodo” di Paolo Virzì e “Streghe verso Nord” di Giovanni Veronesi. Inoltre ha recitato nella fiction poliziesca “Il Commissario” con Massimo Dapporto e Caterina Vertova e partecipato a “Cento Vetrine”.

In pubblicità, tra le numerose opportunità colte, Veronica ha ottenuto il ruolo di testimonial per la mitica “Barbie” di Mattel, e ha sfilato per lo stilista giapponese Katsuia.

Veronica è stata molto felice del suo esordio su Piacenza Night, e lo consiglia a tutte le aspiranti modelle. “E’ stata una bellissima esperienza”, racconta, “e perchè no… puo’ essere un trampolino di lancio”.

“Ho contattato la redazione di Piacenza Night quasi per caso,” rivela l’attrice, “e mi è stato proposto di posare per il magazine. A distanza di tempo devo dire che è ancora uno dei miei servizi fotografici migliori”.

CLICCA SU Nuova Agnelli AGENZIA VIAGGI

Veronica Tecce è stata fotografata da Nicola Bellotti, sulle sponde del fiume Po agli inizi della stagione autunnale. “Nicola è stato uno dei migliori fotografi con il quale ho avuto il piacere e soprattutto la fortuna di lavorare,” confida nel corso dell’intervista. “E’ molto professionale”.

Quest’anno le prime tre classificate poseranno per la realizzazione di un libro fotografico. Grazie alla sponsorizzazione dell’agenzia viaggi NuovAgnelli di Piacenza, e alla disponibilità del beauty center toscano Hotel Due Mari), le vincitrici poseranno per due giorni in location mozzafiato e in una Spa elegante e raffinata.

Abbiamo chiesto a Veronica cosa pensa del nudo in fotografia e come affronterebbe la cosa se fosse una delle tre vincitrici. “Credo che il nudo artistico debba essere lontano dalla volgarità poichè la linea è sottile, e solo i veri professionisti riescono a cogliere questa forma d’arte,” ha spiegato l’attrice. “Sinceramente non ho mai posato nuda, ma il tutto dipenderà dalla persona con cui dovrò lavorare e dalla qualità del progetto che mi verrà proposto”.

Se volete votare per lei, o per una delle altre 88 ragazze in gara, CLICCATE QUI ed esprimete la vostra preferenza!

Approfondisci

Casi di successo. Dove sono arrivate le nostre miss?

Piacenza Night porta fortuna? Ci piace pensarlo. Dal 2000 ad oggi sono centinaia le aspiranti modelle che abbiamo conosciuto e selezionato, e molte di loro – dopo l’esordio sulla copertina del magazine www.piacenzanight.com – hanno avuto una brillante carriera.

In questo articolo vi raccontiamo la storia di alcune di loro, di cui andiamo particolarmente orgogliosi. Ecco a voi i “casi di successo” di Piacenza Night!

Sara Armentano, talentuosa attrice teatrale, dopo avere posato per Piacenza Night (in un servizio di Nicola Bellotti) e studiato recitazione a Milano, ha recitato in “Vivere“, su Canale 5, in “Un posto al sole“, su Rai Tre e nella fiction “RIS 5“, su Canale 5. Nel 2006 ha avuto in ruolo nel film Giovanni Falcone, l’uomo che sfidò Cosa Nostra. Sara, oltre che a recitare per cinema e tv, continua a coltivare la sua grande passione per il teatro.

Crisula Stafida, vero nome Crisula Secco, ha recitato in diversi film. Attualmente a Roma sta completando le riprese di Quando si Diventa Grandi. La nostra Crisula, dopo avere posato per Nicola Bellotti ed essere stata pubblicata su Piacenza Night, ha condotto il programma Donne&Motori su SKY, ed in seguito ha ottenuto una parte nella fiction “RIS 2“, su Canale 5. e nel film Il soffio dell’anima.

Susanna Mantero, campionessa di ginnastica artistica, è stata una delle modelle più amate di tutti i temp. Finalista nel concorso “Veline” 2004, su Canale 5, Susanna ha avuto ruoli in spot televisivi e cinematografici, ed è stata protagonista di una campagna di sensibilizzazione contro le droghe sintetiche. Inoltre ha recitato in un videoclip dei Dirotta su Cuba.

Franciele Oliveira Soares, dopo il suo esordio sulle pagine di Piacenza Night, è stata testimonial per la Coca-Cola in Brasile, e ha posato per alcune tra le più prestigiose riviste brasiliane. Il suo fisico statuario e il suo talento le hanno permesso di diventare una modella professionista.

Caterina Baldini, giornalista professionista e volto televisivo di SKY TG 24, prima di lavorare per diversi network nazionali è stata una delle fondatrici di Piacenza Night. Oltre ad essere una giornalista molto in gamba e ad avere tracciato la rotta che in futuro avrebbero seguito i nuovi autori del magazine, Caterina ha posato per Nicola Bellotti ed è stata la prima cove rgirl di Piacenza Night.

Marzia Foletti, giornalista professionista, è il volto ufficiale del più seguito telegiornale piacentino (TGL). Prima di arrivare a condurre lo storico telegiornale piacentino, Marzia è stata una delle modelle di copertina di Piacenza Night. Il suo servizio è stato uno dei più apprezzati di tutti i tempi.

Natasha Pikhun, modella di origini lituane ma residente a Parma, ha fatto il suo esordio in Italia proprio su Piacenza Night. Ha coltivato la sua carriera di modella e oggi può vantare numerose esperienze negli USA (dove ha lavorato con i fotografi del network OneModelPlace) e in Europa.

Claudia Bertuzzi, eletta Miss Piacenza (nell’ambito delle selezioni per Miss Italia) dopo la pubblicazione di un servizio fotografico mozzafiato su Piacenza Night, ha avuto ruoli in trasmissioni televisive locali.

Valentina Elmiger, la prima Miss Piacenza Night, ha recitato in spot e cortometraggi ed è un affermato architetto che vive e lavora tra Londra, Roma e Milano. Valentina è forse la modella che ha maggiormente ispirato l’opera artistica di Nicola Bellotti, tanto da apparire sulla copertina del suo libro Purple Book edito negli Stati Uniti da Lulu Press.

Silvia Ricci, eletta Miss Piacenza Night nel 2002, è un’apprezzata ballerina. Forte di un sex appeal davvero unico, un sapiente mix tra sensualità e ironia, Silvia ha lavorato nei migliori locali italiani, esibendosi in show mozzafiato.

Ilaria Caccialanza, eletta Miss Piacenza Night nel 2003, divisa tra sfilate e servizi fotografici, ha lavorato principalmente in pubblicità. Blacklemon ha utilizzato il suo volto per una campagna nazionale dei supermercati Dico (discount italiano).

Pamela Febrili, proclamata Miss Piacenza Night nel 2004, è una donna in carriera che non ha voluto rinunciare alla propria passione per la fotografia. Dopo il suo esordio su Piacenza Night e la sua vittoria nel beauty contest collegato, ha prestato la propria immagine per numerosi eventi, partecipando anche a sfilate di moda.

Monica Filippazzi, è eletta Miss Piacenza Night nell’autunno del 2005. Solare, affascinante e sensibile, la nostra Monica ha accettato di fare da madrina ad un importante evento di beneficenza, conquistando il cuore del pubblico piacentino.

Jessica Festari, eletta Miss Piacenza Night nel 2006, grazie al suo esordio su Piacenza Night è stata notata dall’ufficio casting di Mediaset che ha voluto incontrarla in occasione delle selezioni per il Grande Fratello. Premiata da una giuria di giornalisti nazionali nel corso della sfilata evento del 2006, Jessica ha partecipato a sfilate ed eventi di moda.

Valentina Ratti è stata eletta Miss Piacenza Night nel 2007. Dopo il suo esordio in un servizio fotografico di Nicola Bellotti, ha lavorato con lui in numerose occasioni, prestando il volto ad alcune campagne pubblicitarie. Valentina ha partecipato ad alcune trasmission televisie, ed è stata incoronata in diretta su TeleColor.

Nairi Maraboli vincitrice dell’edizione 2008 di Miss Piacenza Night, grazie al suo servizio fotografico su Piacenza Night è stata selezionata per partecipare ad un importante reality show che andrà in onda su SKY il prossimo settembre. Le riprese sono state ultimate nei giorni scorsi, giusto in tempo per permettere a Nairi di dedicarsi ad alcuni nuovi progetti in campo fotografico con l’art director di Blacklemon, Nicola Bellotti.

Approfondisci

Crisula Stafida presto al cinema con Quando Si Diventa Grandi

Crisula Stafida ritratta da Nicola Bellotti
Crisula Stafida ritratta da Nicola Bellotti

E’ stata una delle cover girl più amate di Piacenza Night. Ha lavorato per Sky in trasmissioni sportive all’insegna del fortunato connubio Donne & Motori. Ha recitato in fiction di primissimo piano per Mediaset. Ha persino rifiutato una parte (a suo dire troppo sexy) in una pellicola di Tinto Brass. Stiamo parlando della splendida Crisula Stafida, che vedremo presto al cinema nel film di Massimo Bonetti dal titolo “Quando si diventa grandi” (Azteca Produzioni Cinematografiche, Totem Film).

Crisula Stafida, che dopo avere fatto il suo esordio sulle pagine di PiacenzaNight.com con un servizio fotografico realizzato da Nicola Bellotti, ha intrapreso la carriera di attrice, recitando in nomerose fiction e ottenendo ruoli sempre più importanti anche sul grande schermo, farà parte di un cast molto interessante. Insieme alla nostra cover girl figurano i due sceneggiatori del film Andrea De Rosa (già visto nei due capitoli di Notte prima degli esami) e Renato Solpietro, quindi Simone Lupino, Francesco Giuffrida, Ernesto Mahieux, Giuseppe Milazzo Andreani, Natalie Caldonazzo, Alessandra Carlesi, Antonello Liegi, Gaetano Amato e Remo Remotti.

Quando si diventa grandi è l’opera prima dell’attore Massimo Bonetti, che con questo film passa alla regia.

Riguardo la trama dell’opera, possiamo anticiparvi qualcosa. Gualtiero, ex ragazzino prodigio della scrittura, a soli ventisei anni è già alle prese col blocco bello scrittore. Il suo capo, stanco di aspettare che gli venga l’ispirazione, gli impone un ultimatum: ha sei mesi di tempo per scrivere il suo nuovo romanzo. Gualtiero non ha la minima idea di cosa parlare allora questi gli suggerisce di parlare del percorso che lo ha portato a diventare, così giovane, uno scrittore di successo: gli inevitabili scetticismi della famiglia, il calore degli amici che lo hanno aiutato, lo scontro con la dura realtà del “vivere da soli”. Il tutto amalgamato e indolcito dal filo rosa di una sua relazione tanto speciale e fiabesca quanto sofferta. Ossia di quel periodo in cui il succedersi di cose belle e brutte insieme, l’ha fatto diventare grande.

Approfondisci

Crisula Stafida, dopo le foto di Bellotti e Oliviero, approda al grande schermo

Crisula Stafida in una immagine di repertorio (di Nicola Bellotti)
Crisula Stafida in una immagine di repertorio (di Nicola Bellotti)

E’ stata una delle cover girl più amate di Piacenza Night. Ha lavorato per Sky in trasmissioni sportive all’insegna del fortunato connubio Donne & Motori. Ha persino rifiutato una parte (troppo sexy) in una pellicola di Tinto Brass. Stiamo parlando della splendida Crisula Stafida (il suo vero nome, però, è Crisula Secco), che vedremo presto al cinema nel film Il Peso dell’aria di Stefano Calvagna.

Dopo la sua apparizione come modella del mese su Piacenza Night (per i nostalgici ecco il servizio), Crisula ha iniziato la sua carriera televisiva su Mediaset in “La sai l’ultima?”, fino al grande salto con una mostra del rinomato fotografo Bruno Oliviero che le ha aperto le porte del successo. Dopo lo splendido calendario Crisula ha lavorato anche per il fotografo francese Kostia Milachiev, a Cannes, durante le riprese del film “Zurra” di Antoine Cucca (per lo stesso regista ha poi recitato nella commedia dal titolo “Questo pazzo pazzo sesso”, al fianco di Tiberio Murgia).

La carriera di Crisula è continuata con una parte nella fiction di successo “R.I.S.” (in C.S.I. made in Italy) in onda su Canale 5, un’altra in “Distretto di Polizia 6”, e con un ruolo nei film “Tre giorni per vivere o morire” di Farina e “Il soffio dell’anima” di Rambaldi.

E se ancora non bastasse la nostra Crisula appare in uno scatto mozzafiato su Panorama del 13 marzo 2008, all’interno della celebre rubrica “Periscopio”.

Approfondisci