Miss Piacenza Night 9. Natalina Caiaffa decisa a scalare la vetta

Natalina Caiaffa ritratta da Nicola Bellotti
Natalina Caiaffa ritratta da Nicola Bellotti

Natalina Caiaffa, classe 1990, milanese (per la precisione di Pioltello, una cittadina dell’hinterland meneghino), spera di festeggiare il suo ventesimo compleanno in Toscana, sul set fotografico riservato alle vincitrici della nona edizione di Miss Piacenza Night. “Vincere significherebbe molto per me,” spiega la cover girl, “innanzitutto perchè è il primo concorso a cui ho partecipato, e poi perché Piacenza Night è un buon trampolino di lancio per entrare nel mondo del lavoro, per la grande visibilità che ti offre e per i molti visitatori del sito web. Sarebbe davvero una grande opportunità”.

In effetti Piacenza Night ha portato fortuna a moltre tra le modelle che hanno scelto di fare il proprio esordio online, sulle pagine elettroniche del portale. In più quest’anno, grazie alla sponsorizzazione dell’agenzia viaggi NuovAgnelli di Piacenza, e alla disponibilità del beauty center toscano Hotel Due Mari), le prime tre classificate diventeranno le protagoniste di un progetto artistico di Nicola Bellotti, e poseranno per due giorni in una location elegante e raffinata, immersa tra le valli toscane.

CLICCA SU Nuova Agnelli AGENZIA VIAGGI

Natalina, prima di decidere di partecipare ai casting di Piacenza Night, ha esaminato centinaia di proposte sul web. Le abbiamo chiesto di spiegarci le ragioni della sua scelta, dal momento che a Milano non mancano certo le opportunità per chi sogna di posare come modella. “Non so dire di preciso perché ho scelto proprio Piacenza Night,” ha risposto la cover girl. “Forse a primo impatto mi è sembrata una delle proposte più serie; mi piace buttarmi nelle cose e quindi ho deciso di provare. Devo dire che il mio istinto non è stato smentito; sono stata contenta della mia scelta”.

“La redazione e lo staff con cui ho lavorato sono stati sempre molto professionali. Mi sono sentita subito a mio agio proprio perchè lavorano seriamente; infatti il risultato finale è stato molto soddisfacente, e le foto sono risultate bellissime”. Natalina si è poi soffermata sul rapporto con il fotografo, descrivendo le sue sensazioni. “Essendo una fotomodella alle prime armi devo dire che lavorare con Nicola Bellotti mi è servito molto, anche perchè durante il servizio mi ha dato alcune dritte un pò su tutto. Anche lui, come tutto lo staff, è professionale e serio nello svolgere il suo lavoro”.

CLICCA SU LA CRONACA DI PIACENZA

Abbiamo chiesto a Natalina di immaginarsi sul podio. “Qualora dovessi vincere il concorso, diventerei la protagonista di un libro d’arte sul quale sarebbe stampato il mio nome, un privilegio che di solito spetta alle modelle più affermate. Sarebbe davvero fantastico, proprio perchè non sono una modella con molta esperienza, e questa opportunità ad inizio carriera è molto importante. Incrocio le dita!”

Parlando del libro d’arte, l’argomento si sposta sulla natura degli scatti e sul nudo, che per molte esordienti è una vera e propria sfida con sé stesse. “Penso che il nudo sia una vera e propria arte, se però è fatto senza volgarità,” ha argomentato la cover girl. “Non so se accetterei o meno di posare nuda. Dovrei trovarmi nella situazione. Io personalmente non sono contro il nudo, però sicuramente mi sentirei in imbarazzo essendo la prima volta”.

Lavorare su un set con altre modelle potrebbe accentuare l’imbarazzo e creare difficoltà? Lo abbiamo chiesto a Natalina che ha risposto senza esitazione: “assolutamente no! Sarebbe invece una bella esperienza lavorare con altre ragazze che condividono la medesima passione. Sono certa che andremmo d’accordo”.

Se volete votare per lei, o per una delle altre 88 ragazze in gara, CLICCATE QUI ed esprimete la vostra preferenza!