Ribaltare una situazione difficile. La prima volta di Alexa

Andreea Alexandra Popa – in arte Alexa – non è una modella di professione. Quasi per gioco ha mandato una email, partecipando al casting organizzato dalla testata giornalistica Piacenza Night e si è ritrovata in copertina. Il giorno del casting è arrivata sul set senza nemmeno un cambio d’abito. Non aveva capito che le foto sarebbero state realizzata contestualmente al colloquio, ma non si è persa d’animo. “Sapete quando si dice che meno le programmi le cose, meglio escono? Ecco per me è andata proprio così,” ci ha raccontato. “Avevo letto le e-mail dell’agenzia all’ultimo momento, non avevo capito che il servizio sarebbe stato fatto il giorno stesso e non avevo nemmeno un cambio d’abito. Mi sono arrangiata con gli abiti del giorno e con un vestito che avevo in auto. Per fortuna non mi mancavano i trucchi in borsa”. Con una buona dose di determinazione, Andreea Alexandra ha rotto il ghiaccio. “Devo dire che non sarebbe potuta andare meglio. Per me è stata una doppia soddisfazione”.
“Alexa mi è piaciuta subito,” ha confessato Nicola Bellotti, che ha lavorato con lei sul set fotografico. “Mi ha colpito la sua auto-ironia e l’intelligenza con cui ha saputo ribaltare una situazione che avrebbe messo in crisi molte altre ragazze. Abbiamo scelto insieme come abbinare i suoi outfit casual alle ambientazioni e il risultato ha rafforzato le mie convinzioni”.
“Sono stata fortunata a lavorare con questo team,” ha aggiunto la modella. “Sul set Bellotti è molto serio, ed è risultato facile lavorare insieme, seguire i suoi consigli su come gestire sguardi e pose mentre scattava”.
L’imbarazzo è la sensazione con cui devono combattere tutte le modelle nei primi minuti di un servizio fotografico, specialmente davanti ad un nuovo fotografo. “Dopo una decina di minuti mi sono sciolta: mi sentivo talmente a mio aggio che avrei continuato per tutta la giornata a posare. Finito il lavoro, tornando verso casa, sentivo ancora scorrere l’adrenalina e crescere l’autostima. Nella testa avevo un turbinio di pensieri e la speranza che le foto fossero venute bene. Ecco, vorrei riprovare tutte queste sensazioni insieme… dall’imbarazzo alla curiosità, l’adrenalina, tutto”.

Approfondisci

linda-barani

Linda Barani, modella, attrice, doppiatrice. Il potere terapeutico della fotografia

Si arriva al successo percorrendo strade molto differenti, magari scoprendo lungo il cammino mete e obiettivi più importanti di quelli per i quali era iniziato il viaggio. Quando si è molto giovani puntare al mondo dello spettacolo, alle passerelle della moda, alla televisione, sembra una scorciatoia verso la vetta. Un’impresa tutto sommato facile, se si parte con in dote un bel faccino e un corpo adatto alla sfida. Eppure, come diceva Gianni Morandi, “uno su mille ce la fa”. Anzi, probabilmente molto meno.
Posare come modella è – per una ragazza – quasi sempre il primo passo. La meta può essere la moda, la pubblicità, ma anche lo spettacolo (quante attrici hanno iniziato la loro carriera come modelle, e persino alcune delle pop star più acclamate). Trovarsi davanti all’obiettivo di un fotografo è una sfida, prima di tutto con sé stessi. “Sono una persona complessa, sempre insoddisfatta, desiderosa di attenzioni,” ci ha raccontato Lina Barani (modella, attrice e doppiatrice). “Ho sempre coltivato il sogno di diventare modella professionista, ma i compromessi a cui bisogna scendere sono sempre troppi, per come sono fatta io”.
Linda ha iniziato il suo viaggio posando per la copertina della testata giornalistica “Piacenza Night”: il magazine, fin dal 1999, dedica la sua prima pagina e un corposo servizio mensile ad una ragazza che per la prima volta si trova davanti all’obiettivo di un fotografo. “Da quella prima volta è sempre un piacere posare con Nicola Bellotti e il suo staff,” ha continuato Linda Barani. “Sono tutte persone che sanno metterti a tuo agio e sono in grado di tirar fuori sempre il meglio di te. Purtroppo questo non capita con tutti i fotografi”. La modella di origini lodigiane, oggi trasferita a Roma, nella capitale europea del cinema, dal suo primo servizio ha fatto molta strada. “Ho lavorato diverse volte per l’agenzia Blacklemon, soprattutto in pubblicità e per progetti legati all’arte. Le locations sono state varie, così come le condizioni climatiche: caldo, freddo, da magnifiche estati a rigidi inverni, a fresche primavere. Abbiamo scattato nei campi, sui fiumi, in granai, in ascensori, su terrazze a contatto col cielo, in studio. Ogni esperienza è stata unica nel suo genere”.
Per Linda Barani, così come per quasi tutte le modelle ad inizio carriera, queste esperienze hanno un effetto terapeutico. Posando per un fotografo la modella acquisisce maggiore sicurezza anche nelle altre occasioni della vita. “Prestarsi al ruolo di modella, così come recitare nel ruolo di attrice, presuppone un pizzico di sano esibizionismo. L’artista sogna di essere idolatrato. Di fatto, già dalla prima esperienza, ogni modella prova l’ebbrezza di essere messa su un piedistallo, anche solo per ragioni tecniche. Questa cosa, nel mio caso, è sempre stata molto terapeutica. Ha influito sull’autostima. Ovviamente dipende anche dalla singola esperienza e da come si pone il fotografo. Tuttavia ritengo che sia assolutamente utile sentirsi belle, mettere almeno per qualche ora in soffitta le proprie paure e avere la possibilità di rafforzare il proprio carattere grazie agli shooting”.

Approfondisci

Cover Girls

Le prime Cover Girls del web compiono 15 anni

Troneggiano sulla copertina del magazine Piacenza Night da 15 anni e sono sempre sulla cresta dell’onda. Stiamo parlando delle mitiche “Cover Girls“, una vera e propria istituzione sul web. Ragazze della porta accanto, modelle non professioniste che fanno a gara per ottenere la copertina della testata giornalistica Piacenza Night, nata nel 1999, e nota per essere stata una delle prime in assoluto a scegliere la strada del web per parlare ad un pubblico giovane e attento alle nuove forme di comunicazione. Per festeggiare il loro quindicesimo compleanno, le “Cover Girls” di Piacenza Night si presentano con una grafica completamente rinnovata che vi presentiamo in anteprima qui a fianco.
Il gruppo Ponginibbi si conferma “main sponsor” dell’iniziativa, tenendo a battesimo il restyling di una delle rubriche più popolari. Grazie alla collaborazione con l’azienda piacentina (che domina il mercato automobilistico con i marchi Peugeot, Citroën, Subaru, Hyundai e Volvo), nel corso del 2014 saranno presentate molte altre novità, in particolare nei mesi estivi.

Approfondisci

Annalisa Caccialanza

Annalisa Caccialanza è Miss Piacenza Night 10

Piacenza – Nella splendida cornice di via Sopramuro, nel cuore storico della città di Piacenza, si è svolta la finalissima di Miss Piacenza Night. Annalisa Caccialanza, di Maleo in provincia di Lodi, è stata incoronata decima reginetta del web, seguita sul podio da Laura Barbieri e Sofia Mingarelli. Insieme a lei è stata premiata Natalia Coeva, che ha ottenuto l’ambito premio della critica per la “bellezza autentica”, assegnato dalla giuria di esperti e giornalisti.

Miss Piacenza Night è un beauty contest legato al magazine Piacenza Night, una testata giornalistica fondata 12 anni fa da Nicola Bellotti. Ogni mese Piacenza Night pubblica un servizio fotografico dedicato ad una modella non professionista, una “ragazza della porta accanto” che per la prima volta si cimenta con l’obiettivo di un fotografo. Una volta all’anno i lettori di Piacenza Night sono chiamati ad eleggere la reginetta del web tra tutte le modelle che hanno posato per il magazine. (more…)

Approfondisci

Valentina Elimiger

Piacenza Night celebra da sempre la bellezza autentica

La femminilità ha mille volti, così come la bellezza ha mille modi di esprimersi. Da oltre 12 anni, PiacenzaNight dedica la copertina ad una “ragazza della porta accanto”, una modella non professionista che per la prima volta sceglie di posare per una rivista. PiacenzaNight celebra da sempre la bellezza autentica, nel tentativo di ritrarre la persona e non solamente il suo involucro. Sono stati pubblicati negli anni oltre 150 servizi fotografici, molti dei quali lontani dagli stereotipi e dai modelli che ogni giorno ci circondano e ci vengono imposti dai media. Nicola Bellotti, il fotografo ed art director che ha imposto questa linea editoriale, mira a un risultato molto ambizioso: cambiare la percezione della bellezza soprattutto tra le persone più giovani, spesso influenzate in modo negativo dai modelli imposti dalla società. Muovendosi in questo solco, le modelle di PiacenzaNight partecipano a campagne contro anoressia e disturbi alimentari.

Approfondisci

Laura Barbieri

Sensualità, eleganza, fascino retrò e tanta ironia sono il segreto del successo di Laura Barbieri

Laura Barbieri è una donna molto affascinante. Colta, raffinata, eccentrica, ironica, e sicuramente una modella fuori dagli schemi. Nella vita reale fa due lavori: la segretaria part-time e la modella presso una scuola d’arte molto nota, nei corsi di figura. Ha quasi trent’anni, e crescendo i suoi sogni si sono fatti sempre più concreti: “vorrei un lavoro stabile che mi consenta, però, di coltivare le mie passioni, ahimè molto numerose”.

Sempre alla ricerca di nuove esperienze e di stimoli che possano entusiasmarla, Laura ha contattato PiacenzaNight.com e si è proposta come Cover Girl. “Mi ha spinto la curiosità,” ci ha raccontato. “Mi sono detta: perché no? E l’esperienza è stata molto positiva. Ho sempre avuto la passione per l’arte e la fotografia. Il provino per PiacenzaNight.com è stato il mio primo servizio fotografico, ma grazie al fotografo con cui ho lavorato tutto si è svolto con estrema naturalezza, semplicità e ironia; ci siamo meravigliati entrambi del risultato”.

Meravigliati a tal punto che in redazione si è cominciato a fantasticare su possibili progetti futuri. “Sarei onorata di posare per un progetto artistico o per un libro d’arte fotografico,” ha commentato Laura, “le idee sono infinite! E’ bello sviluppare temi e contesti originali, creare qualcosa di particolare, (more…)

Approfondisci

Roberta Spartà

Roberta Spartà alla conquista di Hollywood

Tutti ricordano Roberta Spartà, splendida modella vicentina, che nel 2006 ha esordito sulle pagine di PiacenzaNight.com in un servizio fotografico di Nicola Bellotti. Sono trascorsi quattro anni da quando Roberta si è classificata al secondo posto nella sesta edizione del concorso “Miss Piacenza Night”, e il mondo della nostra cover girl si è trasformato.

“Devo ammettere che sono molto fortunata,” ha raccontato alla nostra redazione in una recente chiacchierata, “perché ora sto vivendo il mio sogno. Nel settembre del 2008 mi sono trasferita a Los Angeles, ad Hollywood, perche sono stata accettata all’Accademy Americana di Arte Drammatica (www.aada.org) dove hanno studiato tra tanti nomi noti, tra cui Grace Kelly, Robert Redford ed Adrien Brody”.

“Avevo partecipato all’audizione di Londra, in occasione del tour mondiale dell’Academy (che viene organizzato per incontrare tutti gli aspiranti attori che non hanno la possibilita di andare a fare il provino a Hollywood). Su 3500 candidati, ne vengono accettati solo 90, ed io sono stata l’unica italiana ad essere presa”. Ma la storia di Roberta è solo all’inizio. “Dopo un anno all’Accademia, che e’ anche il conservatorio di recitazione piu antico del mondo, ho trovato una manager interessata a rappresentarmi e dopo mille trafile con l’immigrazione americana, ora ho un permesso di lavoro come attrice e modella fino al 2012”. (more…)

Approfondisci

Veronica Tecce: ”L’anoressia non è solo colpa della moda”. ”I valori? Un optional”. ”Spogliarsi oggi è sinonimo di bellezza e bravura”

Veronica Tecce)
Veronica Tecce

Veronica Tecce è una ragazza dal carattere forte e dall’anima limpida, che non si nasconde dietro la maschera della “pupa” bella ed evanescente per schivare le insidie di un’intervista. Da buona toscana va dritta al punto, senza mezzi termini.

Così ha fatto quando le abbiamo chiesto cosa ne pensa dei disturbi alimentari, così diffusi nel microcosmo orbitante intorno al mondo della moda e dello spttacolo. “Penso sia molto più facile rimanerne vittima di quanto non si pensi,” ha tagliato corto Veronica. “Non devi per forza essere una modella per soffrire di bulimia o anoressia; anzi, ci sono molte ragazzine che iniziano a soffrire di disturbi alimentari durante l’età dello sviluppo, magari perché prese in giro dai compagni di scuola, o come reazione ad un difficile rapporto con i familiari”.

“Ognuno di noi ha vissuto i propri probemi,” continua l’attrice toscana; “siamo sempre sotto stress, in competizione con il mondo, e il peso può diventare un’ossessione, il cibo il tuo peggior nemico. (more…)

Approfondisci

Sofia Mingarelli. La modella che usa la dolcezza come arma di seduzione

Sofia Mingarelli)
Sofia Mingarelli

Sofia Mingarelli, la modella che ha esordito sulla copertina di aprile del magazine PiacenzaNight.com, è una bellezza che nuota controcorrente e sa vivere il momento. “Haec paria sunt: non eris nec fuisti; utrumque tempus alienum est,” direbbe Seneca.

Sofia studia all’Università e sogna di fare la giornalista. “Sono iscritta al corso di Scienze dell’informazione scritta e ipertestuale di Parma,” ci racconta, “mi piacerebbe collaborare con una testata occupandomi sia di cronaca che di sport”. L’incontro con Piacenza Night è avvenuto per caso. “Stavo navigando sul web, mi sono imbattuta nelle foto delle modelle di Piacenza Night e la cosa mi ha parecchio incuriosita. Mi sono informata e ho scoperto che di questa opportunità parlano tutti molto bene… Così mi sono buttata”.

Nel suo servizio fotografico Sofia appare per quello che è: una ragazza acqua e sapone che sa conquistare con la sua dolcezza. “L”esperienza è stata piacevole e anche molto divertente. Nicola Bellotti (che ha realizzato il servizio, n.d.r.) è un bravissimo fotografo e con me è stato davvero molto paziente”. (more…)

Approfondisci

Per Erika Bardini il nudo è arte, e l’arte è perfezione

Erika Bardini ritratta da Nicola Bellotti
Erika Bardini ritratta da Nicola Bellotti

Si può vincere un concorso di bellezza, superare centinaia di altre bellissime ragazze, senza montarsi la testa? Per Erika Bardini, modella 23enne di Reggio-Emilia, è possibile. “Sarei molto felice di poter essere la vincitrice di Miss Piacenza Night,” ci ha spiegato in una recente intervista, “e sicuramente non mi monterei la testa come fanno molte persone. Sarei sempre la stessa Ery!”

La cover girl ha esordito su Piacenza Night nel mese di ottobre del 2009. “Adoro posare come fotomodella,” ha raccontato. “Ho guardato le foto delle altre ragazze sul sito e mi sono piaciute. Ho letto di questo concorso e della possibilità di realizzare un servizio fotografico, e siccome mi servivano nuove foto per il mio portfolio mi sono buttata. Sono stata molto contenta di questa esperienza e delle foto realizzate”.

Erika ha posato per Nicola Bellotti a spasso tra le colline piacentine, in Val Trebbia e in Val Nure, passando dal letto di un fiume ai boschi in quota, intrufolandosi persino in una cava di sabbia. (more…)

Approfondisci

Miss Piacenza Night 9. Natalina Caiaffa decisa a scalare la vetta

Natalina Caiaffa ritratta da Nicola Bellotti
Natalina Caiaffa ritratta da Nicola Bellotti

Natalina Caiaffa, classe 1990, milanese (per la precisione di Pioltello, una cittadina dell’hinterland meneghino), spera di festeggiare il suo ventesimo compleanno in Toscana, sul set fotografico riservato alle vincitrici della nona edizione di Miss Piacenza Night. “Vincere significherebbe molto per me,” spiega la cover girl, “innanzitutto perchè è il primo concorso a cui ho partecipato, e poi perché Piacenza Night è un buon trampolino di lancio per entrare nel mondo del lavoro, per la grande visibilità che ti offre e per i molti visitatori del sito web. Sarebbe davvero una grande opportunità”.

In effetti Piacenza Night ha portato fortuna a moltre tra le modelle che hanno scelto di fare il proprio esordio online, sulle pagine elettroniche del portale. In più quest’anno, grazie alla sponsorizzazione dell’agenzia viaggi NuovAgnelli di Piacenza, e alla disponibilità del beauty center toscano Hotel Due Mari), le prime tre classificate diventeranno le protagoniste di un progetto artistico di Nicola Bellotti, e poseranno per due giorni in una location elegante e raffinata, immersa tra le valli toscane. (more…)

Approfondisci

Miss Piacenza Night 2009. Sara Cremonesi si mette a nudo

Sara Cremonesi ritratta da Nicola Bellotti
Sara Cremonesi ritratta da Nicola Bellotti

Sara Cremonesi è stata la più giovane modella mai pubblicata su Piacenza Night. Il suo primo servizio fotografico è stato realizzato quando aveva solo 15 anni, in mezzo alla capagna piacentina, e già dai primi scatti si potevano intuire le enormi potenzialità di questa ragazza.

Di norma Piacenza Night pubblica solo servizi fotografici di modelle maggiorenni, ma per lei – in accondo con i genitori – nel dicembre del 2006 fece un’eccezione. “Piacenza Night è stata un’ottima scelta,” racconta Sara in alla nostra redazione. “Lo avevo conosciuto per caso, consigliata da un’amica, e sono stata molto soddisfatta del lavoro svolto”.

Abbiamo chiacchierato con la modella, ripercorrendo i suoi esordi e arrivando a parlare del concorso di quest’anno. “Vincere sarebbe un’emozione bellissima, nuova. E sarebbe un’ottima vetrina per la mia immagine e naturalmente… un sogno che si realizza”.

CLICCA SU Nuova Agnelli AGENZIA VIAGGI

Miss Piacenza Night, in chiusura di questa nona edizione, premierà le prime tre classificate, che poseranno per la realizzazione di un libro fotografico. Grazie alla sponsorizzazione dell’agenzia viaggi NuovAgnelli di Piacenza, e alla disponibilità del beauty center toscano Hotel Due Mari), le vincitrici poseranno per due giorni in una location elegante e raffinata, immersa nella natura.

“Penso che la scelta della beauty farm in Toscana sia ottima per questo progetto,” commenta Sara. “Credo che sia molto adatta allo stile di Nicola Bellotti“. Abbiamo chiesto alla nostra cover girl di raccontarci come è stato lavorare con lo staff di Piacenza Night. “Le foto che ho realizzato con loro sono le più belle che ho,” ha risposto con entusiasmo. “Nicola è un ottimo fotografo. Riesce a mettertio a tuo agio, e per me è la cosa più importante”.

CLICCA SU LA CRONACA DI PIACENZA

Abbiamo chiesto a Sara cosa ne pensa del nudo in fotografia, un tema sempre attuale, e dell’eventualità che nel libro celebrativo per i 10 anni di Piacenza Night possa essere incluso qualche scatto glamour. “Non avrei nessun problema a posare nuda,” ci ha risposto. “Non bisogna vergognarsi della propria immagine messa a nudo quando si tratta di una vera opera d’arte, fatta da un artista indiscutibile. Di fronte ad un progetto di mio gradimento accetterei, soprattutto sapendo che le persone con cui mi troverei a lavorare sono serie”.

Se volete votare per lei, o per una delle altre 88 ragazze in gara, CLICCATE QUI ed esprimete la vostra preferenza!

Approfondisci

Miss Piacenza Night 2009. La prima volta di Myriam Leonardi

Myriam Leonardi ritratta da Nicola Bellotti
Myriam Leonardi ritratta da Nicola Bellotti

La provincia di Reggio Emilia ha sfornato nel 2009 molte modelle che hanno scelto di fare il loro esordio su Piacenza Night, confidando di poter superare i casting e diventare una delle 12 cover girls. Myriam Leonardi è una delle quattro ragazze che da Castelnovo ne’ Monti sono finite in copertina sul nostro megazine, e che ora sta partecipando alla sfida di Miss Piacenza Night, nona edizione.

“Ho scoperto Piacenza Night per caso, tramite amiche,” rivela Myriam, che è arrivata in agenzia dopo avere visto i servizi delle sorelle Wania e Erika Bardini, e di Anna Pedrini. “Ho realizzato il servizio fotografico con Nicola Bellotti e devo dire che lavorare con un professionista come lui è stato utile per imparare qualche trucchetto; inoltre le foto che abbiamo realizzato mi sono tornate molto utili per lavorare come hostess, ragazza immagine e fotomodella”.

Myriam racconta di avere lavorato molto bene con lo staff di Piacenza Night, nonostante fosse per le la prima volta davanti ad un obiettivo. “Sono dei professionisti e ne abbiamo ricavato foto interessanti che tutt’ora uso per lavorare,” ha precisato. “Durante le fasi del lavoro ho apprezzato Nicola Bellotti non solo per le sue foto, senza dubbio molto belle, ma anche per la sua disponibilità e per la gentilezza con noi modelle. Inoltre mi ha aperto gli occhi sulle zone d’ombra del mondo della moda, che affascina noi ragazze, ma nasconde diverse insidie. E’ fondamentale stare in guardia”.

CLICCA SU Nuova Agnelli AGENZIA VIAGGI

Miss Piacenza Night premierà quest’anno le prime tre classificate, che poseranno per la realizzazione di un libro fotografico. Grazie alla sponsorizzazione dell’agenzia viaggi NuovAgnelli di Piacenza, e alla disponibilità del beauty center toscano Hotel Due Mari), le vincitrici poseranno per due giorni in location mozzafiato e in una Spa elegante e raffinata.

Myriam trova molto affascinante la scelta della Toscana per la realizzazione di questa opera, e si sofferma sul tema del nudo d’arte. “Non sono contraria al nudo come forma d’arte in fotografia,” ci ha spieato. “Sicuramente valuterei attentamente la proposta; preferisco il vedo-non-vedo o i giochi di ombre, che ritengo altrettanto belli anche se meno diretti rispetto al nudo esplicito”.

Quanto all’opportunità, o al rischio, di lavorare a stretto contatto per due giorni con altre modelle, Myriam si dice ottimista. “Mi è già capitato di lavorare a contatto di altre modelle e non mi ha mai creato problemi, sono una ragazza molto socievole quindi penso che potremmo sicuramente andare d’accordo. Inoltre lo stare a contatto con altre modelle è molto utile, è un modo per imparare qualcosa e confrontarsi quindi la vedo come un’esperienza decisamente positiva”.

CLICCA SU LA CRONACA DI PIACENZA

In chiusura, Myriam invita le ragazze che sognano di esordire come fotomodelle di affidarsi ad agenzie serie, che non fingano di interessarsi a loro solo per vendere costosi book o fantomatici corsi di portamento. “Consiglio vivamente Piacenza Night; è un magazine che da la possibilità a noi ragazze di mettersi in gioco; quindi ragazze non abbiate timore, è un ottima opportunità ve lo assicuro”.

Se volete votare per lei, o per una delle altre 88 ragazze in gara, CLICCATE QUI ed esprimete la vostra preferenza!

Approfondisci

Miss Piacenza Night 2009. Bruna N’diaye, la nuova Naomi Campbell

Bruna N'diaye ritratta da Nicola Bellotti
Bruna N'diaye ritratta da Nicola Bellotti

Bruna N’diaye potrebbe essere l’erede di Naomi Campbell, la prima “venere nera”. Il suo esordio su Piacenza Night ha lasciato il segno, e la redazione è stata sommersa da email entusiastiche per tutto il mese di permanenza in home page della sua copertina.

Dall’apertura delle votazioni, Bruna è balzata subito al comando della classifica, non scendendo mai al di sotto del terzo gradino del podio, segno che alle sue spalle si muove ormai una vera e propria community di fans in delirio. “Vincere questo concorso e essere la prossima Miss Piacenza Night sarebbe per me un onore,” racconta, “un bel traguardo visto che sogno fin da piccola di fare la modella ed entrare nel mondo dello spettacolo. Mi sentirei gratificata per questo sogno che si realizza, e orgogliosa di me stessa”.

Per la nuova venere nera, l’esordio su Piacenza Night è stato un passaggio importante. “Ho capito da subito di avere a che a fare con una società seria, e con dei veri professionisti. Piacenza Night mi ha dato la possibilità di posare per un meraviglioso servizio fotografico, senza chiedere neanche un centesimo in cambio. Solo un realtà seria e professionale si comporta cosi”.

CLICCA SU Nuova Agnelli AGENZIA VIAGGI

E’ un anno speciale per Miss Piacenza Night. Le prime tre classificate di questa nona edizione poseranno per la realizzazione di un libro fotografico. Grazie alla sponsorizzazione dell’agenzia viaggi NuovAgnelli di Piacenza, e alla disponibilità del beauty center toscano Hotel Due Mari), le vincitrici poseranno per due giorni in location mozzafiato e in una Spa elegante e raffinata.

“Quale donna non sarebbe felice ed orgogliosa di essere la protagonista di un libro d ‘arte,” commenta Bruna. “Fin da piccola ho sempre guardato le foto di Naomi Campbell sui giornali. Era il mio idolo e sognavo, un giorno, di avere questa opportunità. Per me sarebbe il coronamento di un sogno importante”.

“Questo bellissimo percorso che ho iniziato con Piacenza Night mi ha dato tante opportunità e soddisfazioni,” continua la modella, “una più bella dell’altra. Non capita a tutti di poter essere valorizzata su un libro d’arte, realizzato da un professionista come Nicola Belotti. E’ un vero privileggio che spero tocchi anche a me”.

In questo libro saranno incluse diverse tipologie di foto, e saranno realizzati anche alcuni nudi. Per Bruna, come per tante altre ragazze in gara, il nudo è una sfida particolare. “Penso che il nudo in fotografia sia una forma d’arte. Tuttavia molto dipende da che cosa si voglia interpretare. Un nudo può essere bellissimo; Nicola Belotti è un fotografo eccezionale e un nudo fatto da lui sicuramente sarà interessante, senza rischiare di cadere nella volgarità”.

“Valuterei attentivamente il progetto prima di decidere se posare nuda,” precisa Bruna. “Cercherei di capire di che nudo si tratta. Non poserei mai in un nudo che fosse volgare, ma conosco l’agenzia con cui lavoro e non credo che esista questo rischio. Sicuramente valuterei il progetto per poi decidere serenamente”.

Prima di chiudere l’intervista, Bruna ha voluto ringraziare i tanti lettori che la stanno sostenendo. “Siete meravigliosi!”, ha sottolineato. “Vi ringrazio davvero immensamente per il grande sostegno che mi state offrendo. Grazie mille a tutti quelli che mi hanno votata. Ma la gara non è ancora finita. Votatemi ancora, ho bisogno di voi!”

Se volete votare per lei, o per una delle altre 88 ragazze in gara, CLICCATE QUI ed esprimete la vostra preferenza!

Approfondisci

L’attrice Veronica Tecce parla del suo esordio su Piacenza Night

Veronica Tecce ritratta da Nicola Bellotti
Veronica Tecce ritratta da Nicola Bellotti

Dal 2007 (anno in cui ha esordito sulle pagine di Piacenza Night) ad oggi, la carriera di Veronica Tecce ha letteralmente preso il volo. Dopo avere vinto alcuni concorsi di bellezza, e dopo avere collezionato una serie di apparizioni televisive sulle reti nazionali, Veronica ha partecipato alle riprese dei film “OvoSodo” di Paolo Virzì e “Streghe verso Nord” di Giovanni Veronesi. Inoltre ha recitato nella fiction poliziesca “Il Commissario” con Massimo Dapporto e Caterina Vertova e partecipato a “Cento Vetrine”.

In pubblicità, tra le numerose opportunità colte, Veronica ha ottenuto il ruolo di testimonial per la mitica “Barbie” di Mattel, e ha sfilato per lo stilista giapponese Katsuia.

Veronica è stata molto felice del suo esordio su Piacenza Night, e lo consiglia a tutte le aspiranti modelle. “E’ stata una bellissima esperienza”, racconta, “e perchè no… puo’ essere un trampolino di lancio”.

“Ho contattato la redazione di Piacenza Night quasi per caso,” rivela l’attrice, “e mi è stato proposto di posare per il magazine. A distanza di tempo devo dire che è ancora uno dei miei servizi fotografici migliori”.

CLICCA SU Nuova Agnelli AGENZIA VIAGGI

Veronica Tecce è stata fotografata da Nicola Bellotti, sulle sponde del fiume Po agli inizi della stagione autunnale. “Nicola è stato uno dei migliori fotografi con il quale ho avuto il piacere e soprattutto la fortuna di lavorare,” confida nel corso dell’intervista. “E’ molto professionale”.

Quest’anno le prime tre classificate poseranno per la realizzazione di un libro fotografico. Grazie alla sponsorizzazione dell’agenzia viaggi NuovAgnelli di Piacenza, e alla disponibilità del beauty center toscano Hotel Due Mari), le vincitrici poseranno per due giorni in location mozzafiato e in una Spa elegante e raffinata.

Abbiamo chiesto a Veronica cosa pensa del nudo in fotografia e come affronterebbe la cosa se fosse una delle tre vincitrici. “Credo che il nudo artistico debba essere lontano dalla volgarità poichè la linea è sottile, e solo i veri professionisti riescono a cogliere questa forma d’arte,” ha spiegato l’attrice. “Sinceramente non ho mai posato nuda, ma il tutto dipenderà dalla persona con cui dovrò lavorare e dalla qualità del progetto che mi verrà proposto”.

Se volete votare per lei, o per una delle altre 88 ragazze in gara, CLICCATE QUI ed esprimete la vostra preferenza!

Approfondisci